Piazza Affari chiude in rialzo, brilla Mps. Bene Luxottica in attesa del nuovo Ad

Inviato da Redazione il Mer, 22/10/2014 - 17:36
Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo aumentando i guadagni in scia all´andamento positivo di Wall Street. La seduta è stata dominata dalle indiscrezioni sugli stress test, il cui esito verrà svelato dalla Bce domenica 26 ottobre. In particolare dalla Spagna è rimbalzato il rumor che almeno undici banche dell´Eurozona non passeranno i test: tre italiane (Banco Popolare, Bpm e Mps), tre greche, due austriache, una cipriota, una belga e una portoghese. Secca la risposta della Bce che ha bollato come "assolutamente speculativa" ogni ipotesi sull´esito degli stress test prima di domenica. I mercati sembrano credere alla smentita e anche sul secondario lo spread Btp-Bund si è ristretto ulteriormente scendendo sotto quota 160 punti base. Negli Stati Uniti, dove cresce l´attesa per la riunione della Fed di settimana prossima, a settembre l´inflazione è rimasta stabile all´1,7%. In questo quadro a Piazza Affari l´indice Ftse Mib ha guadagnato l´1,09% a 19.266 punti. Tra le banche il Montepaschi ha proseguito il rimbalzo archiviando la seduta con un progresso del 4,15% a 0,914 euro. Acquisti anche sulla maggior parte degli altri titoli del settore bancario: Popolare di Milano ha guadagnato l´1,48% a 0,615 euro, Intesa SanPaolo l´1,31% a 2,304 euro, Mediobanca lo 0,52% a 6,665 euro, Ubi Banca l´1,72% a 6,205 euro, Unicredit l´1,57% a 5,80 euro. In controtendenza il Banco Popolare che ha lasciato sul parterre lo 0,58% a 11,90 euro. Seduta a due velocità per i titoli del Lingotto: FCA ha mostrato un progresso dell´1,90% a 7,51 euro, mentre CNH Industrial è scivolata sul fondo dell´indice Ftse Mib con una flessione dell´1,99% a 6,135 euro. Brillante Luxottica (+2,47% a 38,13 euro) che questa sera dovrebbe alzare il velo sul nuovo amministratore delegato. Nel pomeriggio è stato convocato un Consiglio di amministrazione straordinario che, con ogni probabilità, avrà il compito di esaminare la rosa di candidati e scegliere il nome che sostituirà il dimissionario Enrico Cavatorta per prendere in mano le redini dell´area mercati. Il nuovo Ad andrà ad affiancare Massimo Vian, amministratore delegato per la parte operations-prodotti. Inoltre il gruppo di occhialeria dovrà ricostruire il Comitato per le risorse umane dopo le dimissioni di Roger Abravanel. Mediaset (+1,01% a 2,784 euro) ha virato al rialzo nel pomeriggio dopo che ieri si era aggiudicata la maglia rosa del Ftse Mib con un balzo di oltre 8 punti percentuali. A far scattare ieri gli acquisti era stata la smentita di Sky su un suo probabile sbarco nella tv in chiaro. "L´entrata di Sky sarebbe stata un rischio per Mediaset per l´ingresso di un nuovo concorrente internazionale oltre a Discovery", hanno spiegato ieri gli analisti di Equita. STM ha proseguito il trend rialzista guadagnando il 2,70% a 5,515 euro dopo che ieri aveva beneficiato della trimestrale e della guidance oltre le attese riportate dalla concorrente statunitense Texas Instruments.
COMMENTA LA NOTIZIA