Wall Street: previsto avvio poco mosso. S&P 500 e DJ verso nuovi record?

Inviato da Redazione il Mer, 12/11/2014 - 14:24
Wall Street potrebbe iniziare la seduta odierna in calo. Lo dimostra l'andamento ribassista dei future sui listini statunitensi che perdono a meno di due ore dall'apertura circa lo 0,4 per cento. Oggi sono attesi dei volumi maggiori all'indomani del Veterans Day (è rimasto chiuso solo il mercato obbligazionario). In attesa degli appuntamenti macroeconomici e non solo previsti nei prossimi giorni, tra cui il discorso del presidente della Federal Reserve (Fed), Janet Yellen, in agenda domani e del dato sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti e la fiducia dei consumatori (stima preliminare di ottobre), l'attenzione degli investitori rimane focalizzata sulle performance di Wall Street sui massimi storici nelle ultime sedute. Aspettando il discorso di Yellen tengono banco le dichiarazioni di Charles Plosser, presidente della Federal Reserve di Philadelphia. Secondo Plosser, membro votante del Federal Open Market Committee, un ritocco verso l'alto del costo del denaro non intralcerà la ripresa economica. Dovendo scegliere, è meglio anticipare il rialzo del costo del denaro, ha rilevato Plosser nel corso di una conferenza a Londra. Il comparto bancario potrebbe vivere una seduta sotto pressione. Motivo? E' di oggi la notizia che sono state comminate multe per oltre 3 miliardi di dollari per chiudere le indagini relative la manipolazione del mercato valutario. Gli accordi sono stati siglati tra le autorità britanniche e statunitensi da un lato e cinque istituti bancari dall´altro. Tra le banche Usa coinvolte Citigroup e JP Morgan Chase. Nel pre-mercato si mette in evidenza con un progresso di oltre il 10% il titolo Fossil grazie a una trimestrale che ha battuto le attese degli analisti.
COMMENTA LA NOTIZIA