Wall Street: previsto avvio debole in attesa della Fed, attenzione a Facebook

Inviato da Redazione il Mer, 29/10/2014 - 14:14
I future sugli indici statunitensi viaggiano in moderato calo, facendo presagire una partenza debole per Wall Street, dopo i rialzi di ieri (l´indice S&P500 è salito tornando a meno di un 2% dai massimi storici). A un quarto d´ora dall'avvio delle contrattazioni a New York il future sull'S&P500 scivola dello 0,16%, mentre quello sul Dow Jones rimane sulla parità con un -0,01%. Il contratto sul Nasdaq cede lo 0,27%. Gli operatori si muovono cauti in attesa dell'annuncio di politica monetaria da parte della Federal Reserve. Gli analisti si aspettano che i tassi di interesse rimangano fermi nel range 0-0,25% ancora per un lungo periodo di tempo, mentre il piano di stimolo all'economia, il cosiddetto quantitative easing, attualmente fissato a 15 miliardi di dollari mensili, dovrebbe azzerarsi. "Probabilmente annuncerà la fine del tapering con possibile attenzione a non fornire segnali eccessivamente duri in merito ad un´ipotesi di politica monetaria più restrittiva a breve - sostengono gli analisti di Mps Capital Services - La Fed appare infatti molto sensibile a non urtare la dinamica dei mercati. A testimonianza di ciò, le dichiarazioni più morbide di diversi membri Fed emerse dopo i recenti forti cali dei listini azionari. Saranno molto importanti pertanto le parti del comunicato (oggi non vi sarà conferenza stampa) che fanno riferimento ai punti ancora deboli dell´economia Usa, in modo particolare alla dinamica dei prezzi e dei salari". Diversi gli spunti societari, con nuove trimestrali in arrivo. Tra queste, Goodyear che nel pre-market accelera con un 5% grazie a previsioni migliori delle attese, mentre Ralph Lauren scivola di circa 2 punti percentuali. Da monitorare anche l'azione Facebook, che nel pre-market di Wall Street segna un calo di circa 6 punti percentuali, dopo che ieri ha annunciato un outlook debole nonostante conti trimestrali in crescita sopra le attese del mercato. Trimestrali a parte, si segnala l'avvio di copertura su Alibaba: Goldman Sachs ha fissato un rating neutral con target price a 102 dollari, mentre Raymond James la mette al gradino outperform con prezzo obiettivo a 115 dollari e Citi le assegna un buy e un target price a 118 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA