Wall Street: previsto avvio in calo, ancora nessun accordo sul debito

Inviato da Redazione il Lun, 14/10/2013 - 13:16
I future sugli indici statunitensi viaggiano in territorio negativo, facendo prevedere una partenza al ribasso per Wall Street dopo i rialzi di venerdì. A circa due ore dall'avvio, il future sul Dow Jones scivola dello 0,64%, mentre quello sull'S&P500 cede lo 0,65% e quello sul Nasdaq segna un -0,46%. Nel fine settimana sono proseguiti i negoziati sull'innalzamento del tetto del debito, senza però portare all'atteso accordo temporaneo. Sono comunque previsti scambi deboli per via del Columbus Day. L'attenzione degli investitori sarà concentrata sul tema del debito in assenza di dati macro e di trimestrali societarie. Dopo il nulla di fatto del weekend, il dibattito a Washington prosegue in vista della scadenza limite di giovedì 17 ottobre. I toni però sembrano stiano cambiando con "i repubblicani più inclini a discutere dei contenuti sulla riduzione del deficit invece di rimanere fermi sulla richiesta di differimento della partenza dell´Obamacare - illustrano da Mps Capital services - I democratici dal canto loro richiedono la sospensione di alcuni ulteriori tagli automatici alla spesa che sono attesi partire dal 2014 nell´ambito del cosiddetto sequester di bilancio, proponendo di sostituirli con aumenti delle tasse". Tra le società, in luce Facebook. Il social network fondato da Mark Zuckerberg ha raggiunto nel fine settimana un accordo per rilevare la startup Onavo. I termini finanziari dell'operazione non sono stati comunicati al mercato. Onavo è una compagnia israeliana specializzata nello sviluppo di applicazioni per la telefonia mobile.
COMMENTA LA NOTIZIA