Wall Street: futures usa poco mossi, in agenda richieste sussidi

Inviato da Redazione il Gio, 10/04/2014 - 14:12
I futures statunitensi viaggiano in leggero calo dopo gli acquisti registrati nelle ultime sedute, facendo presagire un avvio di scambi deboli a Wall Street. Ieri la giornata è stata dominata dai verbali dell'ultimo meeting del Fomc, il braccio operativo della Federal Reserve. Dalle minute è emerso che il target del 6,5% del tasso di disoccupazione, che secondo la forward guidance della Fed avrebbe fatto scattare l´incremento del costo del denaro, è "obsoleto" e va rimosso. "Il fattore che ha maggiormente impattato sui mercati è stato sicuramente la preoccupazione emersa da parte di diversi membri che il cambiamento delle proiezioni sui tassi possa essere fraintesa indicando un atteggiamento meno accomodante da parte della Fed", affermano da Mps Capital Services aggiungendo che "queste considerazioni hanno tranquillizzato gli operatori dopo che le dichiarazioni di Janet Yellen durante la conferenza stampa di marzo avevano incrementato le attese di un rialzo dei tassi già nella prima parte del 2015". Abbastanza densa l'agenda macroeconomica odierna che vede in primo piano le richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione, oltre all'indice dei prezzi delle importazioni. A livello societario da monitorare il comparto retail dopo i conti di Rite Aid e Family Dollars. Quando mancano meno due ore all'opening bell il future sul Dow Jones e quello sull'indice S&P500 perdono rispettivamente lo 0,07% e lo 0,09%. In moderato calo anche il contratto sul Nasdaq 100 che segna un -0,10%.
COMMENTA LA NOTIZIA