Wall Street: future Usa positivi, Fitch conferma tripla A

Inviato da Redazione il Ven, 21/03/2014 - 14:00
Performance positive per i future su Wall Street in una giornata priva di indicazioni macroeconomiche. L'ultima seduta della settimana, che è stata segnata dalle dichiarazioni del presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, e dall'incertezza dettata dalle tensioni e dai timori legati all'Ucraina, dovrebbe iniziare con il segno più. Oggi i listini ripartono con la decisione di Fitch Ratings che ha confermato il rating tripla A degli Stati Uniti, assegnando un outlook stabile. Lo scorso 15 ottobre gli analisti avevano posto sotto osservazione il rating sugli States per un possibile declassamento, quando sul Paese pesavano i timori di un possibile default per il mancato accordo al Congresso Usa sull'innalzamento del tetto del debito. Con il calendario macro che non offre spunti, l'attenzione degli investitori verrà catalizzata dagli interventi di alcuni membri della Fed. Tra i discorsi previsti quello del presidente della Fed di Minneapolis, Narayana Kocherlakota, e quello del numero uno dalla Fed di Chicago, Charles Evans. Oggi interverrà anche il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard. A livello societario da monitorare Nike e Tiffany dopo la diffusione dei risultati finanziari. Il celebre newyorchese statunitense ha annunciato di avere chiuso il quarto trimestre con un utile per azione, al netto delle poste non ricorrenti, pari a 1,47 dollari, deludendo le attese degli analisti che si attendevano un dato pari a 1,52 dollari. Le vendite sono salite del 5% a 1,3 miliardi di dollari, in linea con il consensus Bloomberg, mentre le vendite nei negozi aperti da almeno dodici mesi hanno mostrato una crescita del 6%. Nel pre-market tonfo del titolo Symantec che lascia sul terreno circa il 10% in scia alla dipartita del ceo Steve Bennett. Occhi puntati anche sul comparto bancario statunitense all'indomani degli esiti degli stess test da parte della Fed. Ventinove banche su trenta hanno superato l'esame, ad eccezione di Zions Bancorporation.
COMMENTA LA NOTIZIA