Wall Street: future sulla parità prima della fiducia consumatori e dati mercato immobiliare

Inviato da Redazione il Mar, 26/11/2013 - 13:38
Viaggiano sulla linea della parità i future su Wall Street. I dati macroeconomici che verranno diffusi nel pomeriggio saranno importanti per dare una direzione al mercato azionario americano. L'agenda odierna prevede la fiducia dei consumatori statunitensi di novembre anche alcuni dati rilevanti per il settore immobiliare, come le nuove costruzioni abitative e i permessi edilizi di ottobre. Tra le diverse rilevazioni odierne spicca anche la diffusione dell'indice dei prezzi delle case per il mese di settembre. "L´attenzione potrebbe però focalizzarsi soprattutto sull´indice di fiducia dei consumatori di novembre, importante indice anticipatore del mercato del lavoro, i cui dati saranno pubblicati il 6 dicembre" osservano gli esperti di Mps Capital Services. In attesa dell'opening bell il future sul Dow Jones si muove poco sopra la parità (+0,01%), mentre quello sull'indice S&P500 segna un +0,04%. Il contratto sul Nasdaq 100 segna invece un +0,04%. I listini americani riprendono oggi le contrattazioni dopo la corsa di ieri del Nasdaq Composite che ha oltrepassato quota 4mila punti per la prima volta dal 2000. Il calendario societario prevede oggi i risultati Barnes & Noble e Hewlett-Packard. Nel pre-market si mette in evidenza il titolo Tiffany con una crescita di oltre il 6% dopo la trimestrale migliore delle attese. Il celebre gioielliere di New York ha annunciato di avere chiuso il terzo trimestre con un giro d'affari in crescita del 7% a 911,5 milioni di dollari e superiore alle attese ferme a 889,1 milioni. I profitti sono invece balzati del 50% a 95 milioni di dollari, ossia 73 centesimi ad azione, contro i 63 milioni, ossia 49 centesimi, di un anno fa. Il mercato si attendeva un utile per azione (Eps) di 58 centesimi. Per l'intero esercizio che verrà chiuso a fine gennaio il management di Tiffany si attende un Eps compreso tra 3,65-3,75 dollari rispetto alla precedente previsione compresa tra 3,50-3,60 dollari (Stime Bloomberg a 3,62 dollari).
COMMENTA LA NOTIZIA