Wall Street: future poco mossi, occhi su JPMorgan e Wells Fargo

Inviato da Redazione il Ven, 12/07/2013 - 13:18
I future sugli indici statunitensi viaggiano poco sopra la parità, dopo che la seduta record di ieri. Alle 13.40 il future sul Dow Jones segna un progresso dello 0,15%, mentre quello sull'S&P500 sale dello 0,13% e quello sul Nasdaq mostra un +0,12%. Ieri è continuato l´effetto delle parole di Ben Bernanke, che ha rassicurato i mercati sul proseguimento della politica monetaria della Fed. Ieri l'indice Dow Jones ha raggiunto un nuovo massimo a 15.460,92 punti, mentre il più ampio S&P500 ha aggiornato il record dello scorso 21 maggio attestandosi a 1.675,02 punti. Il Nasdaq ha invece chiuso al livello più alto dal settembre 2000. In agenda oggi è prevista la lettura preliminare della fiducia dei consumatori elaborata dall'Università del Michigan per il mese di luglio. Secondo gli analisti la fiducia dovrebbe salire a 85 punti dai precedenti 84,1. In programma oggi anche l'intervento di alcuni membri della Fed, tra cui Charles Plosser, presidente della Fed di Philadelphia, e James Bullard, numero uno della Fed di St Louis. Ma l'attenzione degli investitori è rivolta soprattutto al fronte societario, con le trimestrali di JPMorgan e Wells Fargo. JPMorgan ha chiuso il secondo trimestre dell'anno con ricavi pari a 25,96 miliardi di dollari, oltre le stime ferme a 24,96 miliardi. Sopra le aspettative anche gli utili con l'Eps che si è attestato a 1,60 dollari (consensus a 1,45 dollari). Prima dell'avvio delle contrattazioni sono attesi anche i conti di Wells Fargo, attesi anch'essi in crescita. Tra le altre storie, attenzione a Pfizer, dopo che Jefferies ha abbassato il rating a hold dal precedente buy e ha limato il target price a 30 dollari dai 32 precedenti. Bocciatura anche per Bristol-Myers Squibb. Sempre Jefferies ha ridotto il rating a hold da buy, con un prezzo obiettivo che è sceso a 49 dollari dal precedente 53 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA