Wall Street: future piatti all'indomani del Beige Book

Inviato da Redazione il Gio, 05/09/2013 - 14:27
I future sugli indici di Wall Street sono poco mossi in attesa dei dati macro che potrebbero fornire qualche indicazione in più sulle prossime mosse della Federal Reserve. Il Beige Book, il rapporto della banca centrale americana, pubblicato ieri sera, ha rilevato che l'economia degli Stati Uniti sta crescendo a un ritmo tra moderato e modesto grazie alla maggiore spesa nel settore immobiliare e nelle auto, mentre il settore manifatturiero è cresciuto in modo modesto e sono aumentati i consumi nel turismo. Questo report insieme alle indicazioni macroeconomiche in uscita in questi giorni verranno prese come riferimento dalla Federal Reserve per le prossime decisioni di politiche monetaria e in particolare sul tapering, la riduzione del piano di stimolo all'economia. Il sondaggio Adp ha rilevato che ad agosto il numero degli occupati nel settore privato è aumentato di 176mila unità, a un ritmo più basso rispetto a quello di luglio (+198mila unità). La rilevazione, cartina tornasole dei più importanti dati sul mercato del lavoro in uscita domani, è sotto le attese degli analisti che si aspettavano un aumento dei posti di lavoro di 184mila unità. L'agenda odierna prevede alle 16.00 glòi ordini di fabbrica a luglio e l'indice Ism non manifatturiero di agosto. Quest'ultimo dovrebbe attestarsi a 55 punti dai precedenti 56 punti. L'ism manifatturiero è salito inaspettatamente sui massimi da due anni. Sul tema Siria, ieri il presidente americano, Barack Obama, ha ottenuto un primo voto favorevole da parte del Congresso grazie al voto positivo della commissione Esteri del Senato all'intervento limitato contro il regime di Assad. Il tema rimane caldo anche in vista del G20 in Russia che prende il via oggi per concludersi domani. Il confronto tra Obama e Putin sarà d'obbligo. Intanto nel Vecchio continente la Bce e la BoE hanno confermato la loro politica monetaria, confermando i tassi di interesse al minimo storico dello 0,5%. In questo scenario il future sul Dow Jones mostra un -0,07%, mentre quello sull'S&P500 segna un +0,02% e quello sul Nasdaq guadagna lo 0,10%.
COMMENTA LA NOTIZIA