Wall Street: future in calo, dati macro e trimestrali in primo piano

Inviato da Redazione il Gio, 23/01/2014 - 13:54
Si muovono in territorio negativo i future su Wall Street, indicando un avvio di scambi in rosso per gli indici statunitensi in scia al deludente dato sull'attività manifatturiera cinese e in attesa delle indicazioni macroeconomiche e societarie previsti nel corso della giornata. Per l'agenda macro odierna in primo piano il comparto immobiliare con l'indice dei prezzi alle case di novembre e le vendite di case esistenti a dicembre, oltre alle nuove richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione. Intorno alle 16 verrà diffuso anche il leading index di dicembre. Nel frattempo la stagione delle trimestrali americane continua senza sosta: oggi usciranno i risultati finanziari di Mc Donald's, Satrbucks e quelli di Microsoft. Da monitorare a Wall Street il titolo eBay dopo che l'investitore Carl Icahn ha proposto la scissione della sua unità di pagamenti PayPal, dopo che a inizio mese ha preso il controllo dello 0,82% del capitale di eBay. L'annuncio è arrivato ieri sera a margine della trimestrale. I vertici del gruppo americano degli acquisti online però non sembrano d'accordo. PayPal sosterrebbe in maniera importante i risultati di eBay. Nel quarto trimestre del 2013 il gruppo ha realizzato ricavi pari a 4,53 miliardi di dollari, di poco sotto i 4,55 miliardi stimati dagli analisti. L'utile netto per azione escluse le poste straordinarie ha invece superato le attese attestandosi a 0,81 dollari (consenso a 0,80 dollari). Per il 2014 eBay prevede di realizzare ricavi tra i 18 e i 18,5 miliardi di dollari e un utile per azione rettificato di 2,95-3 dollari. Il titolo nella sessione afterhours a Wall Street è balzato in avanti mostrando un +5,70%. Potrebbe mettersi in evidenza anche Ibm. Lenovo acquisirà la divisione server X86 del gruppo Usa per una cifra pari a 2,3 miliardi di dollari. Stando ai termini dell'accordo Lenovo sborserà circa 2 miliardi dollari in contanti e la parte rimanente in titoli Lenovo. Già la scorsa primavera Lenovo aveva intavolato discussioni per acquistare il business hardware dei server x86 di Ibm, ma l'accordo fallì sul prezzo. In questo scenario i future su Wall Street si mostrano prudenti: il contratto sull'indice S&P 500 e quello sul Dow Jones cedono rispettivamente lo 0,32% e lo 0,44%. Sotto la parità il future sul Nasdaq 100 (-0,12%).
COMMENTA LA NOTIZIA