Wall Street: future arretrano, si intensifica crisi in Ucraina

Inviato da Redazione il Lun, 03/03/2014 - 13:28
L'andamento dei future su Wall Street risente dell'intensificarsi della crisi in Ucraina e si muove in ribasso. Quando mancano circa due ore all'opening bell gli investitori si muovono in maniera cauta: il future sull'indice S&P 500 scivola dell'1,03%, mentre quello sul Dow Jones lascia sul terreno lo 0,77%. In rosso anche il contratto sul Nasdaq 100 che lascia sul terreno l'1,13%. La crisi in Ucraina sta impattando anche sulle Borse europee che sin dalle prime battute di giornata si muovono in ribasso, ma soprattutto sull'andamento della piazza finanziaria russa e del rublo sui minimi storici contro il dollaro e l'euro. E di fronte al tonfo della valuta russa la banca centrale del paese ha deciso di intervenire: a sorpresa l'istituto di Mosca ha alzato i propri tassi di interesse ufficiali al 7% dal precedente 5,5%. Tornando agli Stati Uniti, ricca l'agenda macroeconomica odierna: l'indice Ism manifatturiero, oltre ai redditi delle famiglie e alla spesa per consumi. Occhi puntati sui dati relativi alle immatricolazioni di auto negli Stati Uniti. "In settimana attesissimi i dati sul mercato del lavoro di febbraio, che saranno preceduti da quelli sull´Ism manifatturiero in pubblicazione oggi, importante per verificare la presenza o meno di fuoriuscita dalla fase di forte penalizzazione in seguito alle avverse condizioni meteo", affermano gli esperti di Mps Capital Services.
COMMENTA LA NOTIZIA