Wall Street: avvio previsto fiacco dopo il rally di ieri

Inviato da Redazione il Gio, 17/10/2013 - 13:32
Si prevede un avvio fiacco per Wall Street, dopo il rally di ieri (il Nasdaq ha chiuso sui massimi da 13 anni e l'S&P500 vicino al suo record storico), innescato con il raggiungimento dell'accordo sul debito. Gli investitori ora guardano con attesa alle numerose trimestrali societarie. In questo scenario a circa un'ora dall'avvio il future sul Dow Jones segna un calo dello 0,28%, seguito a ruota da quello sull'S&P500, in calo dello 0,10%. Il future sul Nasdaq mostra invece un +0,03%. Ieri sera il Congresso è riuscito a raggiungere un accordo nonostante un sofferto voto alla Camera che ha votato con 285 voti a favore e 144 contrari. In realtà si tratta di un accordo temporaneo che sposta al 15 gennaio il finanziamento per il governo ed al 7 febbraio la data limite per il tetto sul debito. Tuttavia questa titubanza ha infastidito alcune agenzie di rating. Questa mattina, l'agenzia cinese Dagong ha tagliato il giudizio sugli Stati Uniti portandolo ad A- dal precedente A, con outlook negativo. Sempre ieri sera la Federal Reserve ha pubblicato il Beige Book, il consueto rapporto sull'economia a stelle e strisce da cui è emerso come la crescita prosegua a ritmo modesto e moderato. L´assenza di numerosi dati macro a causa dello shutdown rende molto improbabile decisioni Fed sul tapering nella riunione di fine mese. La possibile riduzione degli stimoli all'economia da parte della banca centrale dovrebbe dunque essere affrontata con maggiore probabilità con il nuovo anno. Terminato lo shutdown, l'agenda macro dovrebbe rispettare la pubblicazione dei dati nei prossimi giorni, anche se al momento non è ancora noto il calendario con cui verranno pubblicati quelli arretrati. Oggi alle 14.30 verranno rese note le nuove richieste settimanali ai sussidi di disoccupazione, che dovrebbero mostrare un calo a 335mila dalle 374mila della settimana precedente. Alle 16.00 in uscita l'indice Philadelphia Fed di ottobre. Numerosi gli spunti anche sul fronte societario, con le numerose trimestrali in calendario. Oggi sono previsti i numeri di Goldman Sachs, Verizon Communications e Google (quest'ultima a mercato chiuso). Ieri sera hanno diffuso i conti invece eBay e IBM.
COMMENTA LA NOTIZIA