Wall Street: attesto avvio in rialzo. Raffica di trimestrali: Apple alla prova dei conti

Inviato da Redazione il Mar, 22/07/2014 - 14:09
Previsto un avvio di scambi positivo a Wall Street, dove la stagione delle trimestrali rimane uno dei temi dominanti. Complice l'andamento positivo degli indici europei, che beneficiano della distensione delle tensioni in Ucraina, i future sui listini americani si muovono positivamente a meno di due ore dall'opening bell: il contratto sul Dow e l'S&P 500 salgono di circa lo 0,3%, sulla stessa lunghezza d'onda i guadagni del Nasdaq che segna un +0,37%. Importanti le indicazioni che arriveranno oggi dal fronte macro: l'agenda odierna prevede l'inflazione a giugno e il dato mensile sulle vendite di case esistenti. La giornata è veramente ricca di risultati trimestrali, circa una quarantina di società quotate sull'indice S&P 500 alzano il velo oggi sui conti, tra queste Coca-Cola, McDonald´s e Microsoft. Ma senza dubbio i conti trimestrali più attesi sono quelli di Apple. La regina della tecnologia Usa comunicherà i risultati finanziari relativi al terzo trimestre stasera a mercato chiuso. Intanto sono stati diffusi i conti di DuPont con ricavi che hanno deluso le attese degli analisti. Il big americano della chimica ha chiuso il secondo trimestre dell'anno con vendite in leggera flessione a 9,71 miliardi di dollari, un dato inferiore alle previsioni del mercato che si attendeva un fatturato di 9,77 miliardi. DuPont ha confermato le previsioni del 2014 con profitti operativi compresi tra 4 e 4,10 dollari ad azione (stime Bloomberg a 4,02 dollari), con una crescita tra il 3% e il 6% dai 3,88 dollari ad azione registrati nel 2013. Bene i conti di Verizon Communications che ha riportato profitti trimestrali in decisa crescita grazie alla recente acquisizione di Verizon Wireless, che ha portato al colosso delle telecomunicazioni un notevole incremento dei clienti che stipulano contratti wireless di lungo termine. Da monitorare nel corso della seduta il titolo Amazon che nel pre-market cede oltre l'1% dopo la bocciatura di Citi. Gli analisti della banca Usa hanno tagliato la raccomndazione della società fondata da Bezos a neutral da buy.
COMMENTA LA NOTIZIA