Wall Street: apertura prevista cauta in attesa dei dati

Inviato da Redazione il Ven, 14/06/2013 - 13:16
Si prevede un avvio debole per Wall Street, dopo il rally di ieri che ha visto l'S&P500 mettere a segno il maggior rialzo dal 2 gennaio scorso. Intorno alle 13.00 il future sul Dow Jones rimane sulla parità con un -0,01%, mentre quello sull'S&P500 scivola dello 0,21% e quello sul Nasdaq cede lo 0,14%. Gli investitori rimangono cauti in attesa dei dati macro per valutare in quale direzione si muoverà la Federal Reserve nella prossima riunione del 19 giugno. L'agenda di oggi prevede alle 15.15 il dato sulla produzione industriale a maggio, che dovrebbe segnare un rialzo dello 0,2% rispetto al mese prima, quando era scesa dello 0,5%. In uscita alle 15.55 la lettura preliminare della fiducia dei consumatori calcolata dall'università del Michigan. Gli analisti si aspettano un dato stabile a 84,5 punti. In vista della prossima riunione della Fed, gli operatori tentano di verificare se finora ci sia stato uno sbilanciamento eccessivo verso l´ipotesi di tapering, ossia di un rallentamento del piano Fed. Ieri i dati hanno segnalato un andamento delle vendite al dettaglio di maggio superiori alle attese con richieste di sussidi per la disoccupazione al di sotto del consensus. Da segnalare l´annuncio di un´ulteriore audizione di Bernanke al Congresso il prossimo 17-18 luglio. Tra i titoli, si segnala News Corp nel giorno in cui il numero uno Rupert Murdoch ha depositato l'istanza di divorzio dalla sua terza moglie, Wendi Deng. La separazione non dovrebbe comportare nessun particolare impatto sulla società. Intanto il gruppo procede allo scorporo che si concluderà il prossimo 28 giugno con la quotazioni delle due entità, la 21st Century Fox e la nuova News Corp. In luce anche Wells Fargo, che ha incassato la bocciatura da parte di Sterne Age. Il broker ha abbassato il rating a neutral dal precedente buy. declassamento anche per DuPont da parte di BofA Merrill Lynch che ha ridotto il giudizio a neutral dal precedente buy.
COMMENTA LA NOTIZIA