Usa: previsto avvio poco mosso a Wall Street. Focus tetto debito e conti JP Morgan

Inviato da Redazione il Ven, 11/10/2013 - 13:44
Si preannuncia un avvio di seduta in moderato rialzo per gli indici statunitensi. Mentre gli investitori mantengono l'attenzione alta sul fronte dell'innalzamento del tetto del debito statunitense, si riaccende oggi l'interesse verso la stagione delle trimestrali. In questo scenario il future sull'indice S&P500 sale dello 0,08%, mentre quello sul Nasdaq avanza dello 0,19%. Il contratto sul Dow Jones segna invece un progresso dello 0,07%. Dopo il debutto in settimana di Alcoa, che ha registrato risultati migliori delle aspettative, oggi tocca a due big del comparto bancario annunciare i conti del terzo trimestre 2013. La prima a farlo è stata JP Morgan. In attesa dell'opening bell il gruppo guidato da Jamie Dimon ha annunciato di avere chiuso il penultimo quater dell'anno con una perdita netta di 400 milioni di dollari, ossia 17 centesimi ad azione, contro i profitti pari a 5,7 miliardi, ossia 1,41 dollari ad azione, registrati nell'analogo periodo nel 2012. "Questi risultati includono spese legali per il gruppo di circa 9,2 miliardi (7,2 miliardi dopo le tasse)" precisa la società in una nota. Su base adjusted, ovvero al netto delle poste straordinarie, l'utile per azione si è attestato a 1,42 dollari ad azione, un risultato superiore al consensus Bloomberg pari a 1,30 dollari. In flessione nel trimestre in esame i ricavi che sono scivolati a 23,9 miliardi di dollari dai 25,9 miliardi di un anno prima. Nel pre-market il titolo JP Morgan sale di oltre il 2%. Quanto al dibattito in corso al Congresso americano "anche se ancora non è stato ufficialmente raggiunto un accordo, i segnali di apertura da parte del fronte repubblicano fanno sperare sulla possibilità che entro il 17 ottobre il Congresso voti a favore di un innalzamento del tetto sul debito" affermano gli esperti di Mps Capital Services.
COMMENTA LA NOTIZIA