Usa: previsto avvio piatto per Wall Street, attesa per vendite al dettaglio e fiducia consumatori

Inviato da Redazione il Ven, 13/09/2013 - 13:56
Si preannuncia un avvio di contrattazioni poco mosso per la Borsa di New York prima della tornata di dati che verranno diffusi nel pomeriggio, tra cui la fiducia dei consumatori e le vendite al dettaglio. In attesa dell´opening bell, come di consueto alle 15.30, il future sul Dow Jones cede lo 0,12%, mentre quello sull'indice S&P 500 mostra una flessione dello 0,06%. Sale invece il contratto sul Nasdaq 100 a +0,03%. Ricca l'agenda macroeconomica odierna che prevede alle 14.30 l´indice dei prezzi alla produzione e le vendite al dettaglio per il mese di agosto. Poco prima delle 16 verrà invece diffusa la lettura preliminare di settembre della fiducia dei consumatori americani elaborata dall'università del Michigan. Secondo il consensus Bloomberg questo dato non dovrebbe riservare particolari sorprese rispetto al mese di agosto, attestandosi a 82 punti dai precedenti 82,1. Tra i temi caldi di giornata c'è quello della nomina del successore di Ben Bernanke alla guida della Federal Reserve. Secondo quanto riportato dal quotidiano giapponese Nikkei il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha intenzione di nominare l'ex segretario al Tesoro Lawrence Summers come prossimo presidente della banca centrale americana. L'annuncio potrebbe arrivare già la prossima settimana al termine della tanto attesa riunione del comitato di politica monetaria della Fed in agenda il 17-18 settembre. Cresce l´attesa tra gli investitori per il meeting del Fomc di settimana prossima dal quale potrebbero emergere importanti novità sul proseguimento del piano di acquisto asset. Secondo gli esperti dovrebbe infatti materializzarsi il primo step del "tapering", ovvero la riduzione graduale del quantitative easing. Stando all'ultimo sondaggio condotto da Bloomberg News, l'entità degli acquisti mensili potrebbe calare dagli attuali 85 a 75 miliardi di dollari. Sul fronte societario tiene invece banco lo sbarco di Twitter in Borsa. Ieri il sito di micro-blogging ha annunciato di avere presentato alla Securities and Exchange Commission (Sec), la Consob americana per intenderci, la documentazione S-1 per l'Ipo. L'annuncio è stato fatto tramite un tweet.
COMMENTA LA NOTIZIA