Usa: prevista pausa di riflessione per Wall Street, pesa decisione piano aiuti Cipro

Inviato da Redazione il Lun, 18/03/2013 - 12:22
Si profila un avvio di seduta e di settimana con il freno a mano tirato per Wall Street in scia al programma di salvataggio di Cipro presentato nel fine settimana. Una decisione che sta condizionando l'umore dei future sulla Borsa di New York e sta spingendo gli investitori di tutto il mondo verso degli asset più sicuri, come l'oro il bene rifugio per eccellenza. Ma cosa è accaduto nel fine settimana a Bruxelles capace di scuotere in questo moo i mercati finanziari mondiali? L'Eurogruppo ha proposto a sorpresa di versare aiuti al governo di Nicosia in cambio di una tassazione sui conti bancari. Si parla di un prelievo forzoso di quasi il 10% sui depositi bancari superiori a 100mila euro, e del 6,75% su quelli inferiori ai 100mila euro. Intanto oggi si riunisce il parlamento di Cipro per esaminare la proposta negoziata con l'Unione europea. "Si estende a macchia d´olio l´effetto Cipro sui mercati finanziari questa mattina - commenta Vincenzo Longo, market strategist di IG - Il prelievo forzoso sui conti correnti ciprioti, che richiederà tra qualche ora il voto del parlamento, ha spaventato gli investitori per tempismo e modalità. Si tratta di una modalità mai apportata in precedenza". A livello nazionale focus sul primo di una serie di dati che arriveranno nel corso della settimana dal mercato immobiliare: oggi intorno alle 15 verrà diffuso l'indice Nahb sulla fiducia dei costruttori di marzo che secondo le stime elaborate dagli analisti di Bloomberg dovrebbe mostrare un miglioramento a 48 punti dai 46 punti segnati a febbraio. In questo scenario, quando mancano circa due ore all'opening bell, il future sull'S&P500 cede l'1%, mentre quello sul Dow Jones lascia sul terreno oltre mezzo punto percentuale. In rosso anche il contratto sul Nasdaq100 cede invece l'1,13%.
COMMENTA LA NOTIZIA