Usa: future su Wall Street in ribasso, trimestrali in primo piano

Inviato da Redazione il Ven, 31/01/2014 - 12:59
Movimenti ribassisti per i future su Wall Street, che fanno presagire un avvio di contrattazioni e un finale di mese all´insegna delle vendite. A circa tre ore dall'opening bell i future sulla Borsa di New York scivolano in territorio negativo, complici le performance poco brillanti degli indici europei sui timori di deflazione. Il calendario macro odierno vede in primo piano il fronte consumi con il reddito delle famiglie e la spesa delle famiglie a dicembre. "Più che i dati odierni, un test importante in tal senso sarà l´employment report di venerdì prossimo, per il quale c´è grande attesa soprattutto dopo la delusione dei non-farm payrolls del 10 gennaio" sottolinea l'ufficio studi di Intesa Sanpaolo. A livello societario la stagione delle trimestrali prosegue a ritmo serrato. Ieri a mercato chiuso sono arrivati i conti di Google e quelli di Amazon. Il colosso tecnologico di Jeff Bezos ha terminato il quarto trimestre con utili pari a 239 milioni di dollari, ossia 51 centesimi ad azione, contro i 97 milioni, ossia 21 centesimi ad azione, dell'analogo periodo nel 2012. I ricavi dell´azienda di Seattle sono saliti del 20% a 25,6 miliardi di dollari dai 21,3 miliardi di dodici mesi prima. Entrambi i dati sono tuttavia inferiori alle aspettative del mercato che pronosticava vendite per 26,1 miliardi di dollari e profitti per azione per 69 centesimi. Google ha invece archiviato il quarto trimestre del 2013 con i ricavi in salita del 17% a 16,86 miliardi di dollari, mentre l'utile netto è salito a 3,38 miliardi di dollari. Nel trimestre in esame i profitti rettificati si sono attestati a 12,01 dollari ad azione, sotto le attese degli analisti pari a 12,25 dollari ad azione. Oggi arriveranno i risultati finanziari di Chevron, Legg Mason, Mattel e MasterCard.
COMMENTA LA NOTIZIA