Usa: future in rosso. Stagione trimestrali in primo piano, stasera conti Ibm e Google

Inviato da Redazione il Gio, 17/07/2014 - 14:15
Performance negative per i future su Wall Street, complice l'andamento ribassista dei mercati europei in scia alle nuove sanzioni di Stati Uniti e Unione Europea alla Russia per la crisi in Ucraina. Negli Stati Uniti uno dei temi caldi resta la stagione delle trimestrali: prima dell'avvio delle contrattazioni sono arrivati i conti di Morgan Stanley (+2,09% nel pre-market a Wall Street). La banca Usa ha annunciato di avere chiuso il secondo trimestre 2014 con un utile di 1,94 miliardi di dollari, che si confronta con i 980 milioni di un anno fa. Il risultato per azione al netto delle componenti straordinarie si è attestato a 60 centesimi di dollaro, 4 centesimi in più rispetto alle stime. Il fatturato è passato da 8,5 a 8,6 miliardi. Trimestrale in crescita, ma outlook deludente per eBay. La società americana delle aste online ha archiviato il secondo trimestre con utili in progresso del 5,6% a 676 milioni di dollari, ovvero 53 centesimi ad azione. Al netto delle poste straordinarie i profitti per azione del secondo trimestre si sono attestati a 69 centesimi contro i 68 centesimi indicati dagli analisti. I ricavi di eBay, che lo scorso maggio ha subito un attacco informatico, sono tuttavia saliti del 13% a 4,37 miliardi (stime Bloomberg a 4,39 miliardi). A deludere il mercato l'outlook per il trimestre in corso: il gruppo guidato da John Donahoe si attende un fatturato compreso tra 4,3-4,4 miliardi e utili nel range 65-67 centesimi ad azione. Il mercato pronostica invece ricavi per 4,42 miliardi e profitti pari a 70 centesimi. Il titolo eBay guadagna circa lo 0,8% prima dell'opening bell. A mercato chiuso verranno comunicati i risultati di due big del comparto tecnologico: Ibm e Google. L'agenda macro odierna vede in primo piano le indicazioni che arriveranno dal settore immobiliare statunitense, con la diffusione del dato sulle nuove abitazioni e dei permessi edilizi di giugno. Sempre negli States si guarderà alle nuove richieste di sussidi alla disoccupazione nella settimana al 12 luglio. E dopo il nuovo record toccato ieri dal Dow Jones, che ha chiuso gli scambi a 17.138 punti, i future sulla Borsa di New York viaggiano al ribasso, facendo pensare a un avvio in rosso: il contratto sul Dow e quello sull'S&P500 perdono rispettivamente lo 0,37% e lo 0,46%. Il future sul Nasdaq 100 segna un -0,57 per cento.
COMMENTA LA NOTIZIA