Usa: future poco mossi prima dei dati macro. Focus su Google

Inviato da Redazione il Gio, 16/05/2013 - 12:22
La fitta agenda macroeconomica odierna potrebbe dettare i tempi e condizionare l'umore della Borsa di New York dopo i massimi toccati ieri. Prima dell'opening bell rimane prudente l'atteggiamento dei future: il contratto sull'indice S&P 500 cede circa lo 0,07%, mentre il Nasdaq indietreggia dello 0,06%. Piatto il contratto sul Dow Jones. In primo piano oggi una serie di importanti dati macro, tra questi l'inflazione ad aprile, le consuete richieste settimanali di sussidi di disoccupazione statunitensi che daranno maggiori indicazioni sullo stato di salute del mercato del lavoro a stelle e strisce e l'indice Philadelphia Fed riferito a maggio. Verranno resi noti anche i dati sulle nuove abitazioni e sui permessi edilizi per il mese di aprile. Spunti interessanti anche dal fronte corporate. Da monitorare in particolare il titolo Google che ieri ha sfondato per la prima volta la soglia dei 900 dollari. Un record raggiunto nel giorno in cui il colosso di Mountain View ha presentato dal palco del Moscone Center, a San Francisco, un servizio tutto suo per ascoltare canzoni su pc, tablet e smartphone in modalità streaming. Si tratta della principale novità presentata durante l'evento Google I/O 2013, l'appuntamento annuale del gruppo con gli sviluppatori web che proseguirà anche oggi e domani. Focus anche su Cisco Systems che ieri a mercato chiuso ha svelato i conti dei primi tre mesi dell'anno. Nel dettaglio il gruppo statunitense ha terminato il terzo trimestre dell'esercizio fiscale 2013 con profitti, al netto delle poste non ricorrenti, pari a 2,7 miliardi, ovvero 51 centesimi di dollaro per azione, mentre il giro d'affari ha mostrato una crescita del 5,4% a 12,2 miliardi di dollari. Gli analisti pronosticavano un utile per azione di 49 centesimi e ricavi di 12,17 miliardi. In giornata arriveranno altre indicazioni dalla stagione degli utili negli States. Attesa per le trimestrali di Wal-Mart, J.C. Penney e Dell. L'uscita dei risultati del big Usa dei pc, prevista inizialmente per martedì 21 maggio, è stata anticipata ad oggi. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal Dell dovrebbe registrare profitti rettificati per 20 centesimi, mentre il risultato operativo dovrebbe attestarsi a 600 milioni di dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA