Futures Usa poco mossi: attesa per riunione Fed, Pil e sondaggio ADP

Inviato da Redazione il Mer, 30/04/2014 - 13:48
La riunione della Federal Reserve (Fed), il dato sul Pil del primo trimestre 2014 e il sondaggio ADP. Sono questi i principali market mover della giornata negli Stati Uniti. E in questo scenario attendista prima l'opening bell i futures Usa si muovono in moderato ribasso: il contratto sul Dow Jones e quello sull'indice S&P 500 cedono rispettivamente lo 0,04% e lo 0,15%, mentre il future sul Nasdaq segna un -0,29%. "L´esito della riunione Fed non dovrebbe riservare sorprese: scontata infatti la prosecuzione del tapering per altri 10 miliardi di dollari - affermano gli esperti di Mps Capital Services - Potrebbe invece essere mantenuto più vago il timing del primo rialzo, affidando la guidance ad un generico collegamento al tenore dei prossimi dati macro". Il calendario macroeconomico vede in primo piano il Pil annualizzato al primo trimestre 2014 (stima preliminare) che dovrebbe mostrare secondo il consenso una crescita dell'1,2%. In arrivo oggi le prime indicazioni dal mercato del lavoro di aprile con l'uscita del sondaggio ADP. Il dato di marzo evidenziato la creazione di 191 mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, in rialzo rispetto ai 178 mila del mese precedente. Da monitorare anche il titolo Twitter che nel pre-market cede oltre il 12%. L'azienda di microblogging, che si è quotata lo scorso novembre, ha annunciato di avere chiuso il primo trimestre del 2014 con gli utenti attivi mensili in crescita del 25% a 255 milioni, un dato positivo ma in rallentamento rispetto al +30% registrato nell'ultimo scorcio del 2013. E di fronte a queste indicazioni, le vendite migliori delle attese non sono bastate a risollevare l'umore degli investitori. Nei primi tre mesi dell'anno Twitter ha visto il giro d'affari salire a 250,5 milioni di dollari dai 114,3 milioni dello stesso periodo dell'anno prima, battendo le attese degli analisti ferme a 241,5 milioni. La perdita netta si è attestata a 132,4 milioni dal rosso di 27 milioni di un anno prima. Soffre prima dell´opening bell anche il titolo eBay che perde oltre il 4% all´indomani della trimestrale. Focus anche su GE che ha annunciato di avere presentato un´offerta da oltre 12 miliardi di euro per rilevare la divisione energia della francese Alstom.
COMMENTA LA NOTIZIA