Future usa prudenti, occhi puntati sulle trimestrali

Inviato da Redazione il Mar, 16/07/2013 - 14:02
Sono poco mossi i future sulla Borsa di New York prima dell´avvio delle contrattazioni. Diversi i market mover della giornata che potranno condizionare l´umore dei listini a stelle e strisce. A cominciare dalla stagione delle trimestrali che entra nel vivo. Prima dell'apertura di Wall Street sono stati pubblicati i conti di Goldman Sachs che ha chiuso il secondo trimestre dell'anno con un giro d'affari pari a 8,6 miliardi di dollari, mentre quelli dell'investment banking sono saliti del 29% a 1,55 miliardi. Pieno di utili nel periodo aprile-giugno per Goldman Sachs: i profitti netti si sono attestati a 1,93 miliardi dai 962 milioni conseguiti nell'analogo periodo nel 2012, mentre l'utile per azione si è attestato a 3,70 dollari. Il mercato si attendeva un Eps pari a 2,89 dollari e vendite di 7,97 miliardi. Giornata di conti anche per Coca Cola che cede oltre il 3% nel pre-market dopo i deboli risultati trimestrali. Nel periodo aprile-giugno i ricavi sono infatti scesi del 3% a 12,75 miliardi di dollari, sotto le stime degli analisti ferme a 12,97 miliardi. Ha pesato, secondo Coca-Cola, un tasso di cambio sfavorevole. A deludere anche i volumi di vendita a livello mondiale, cresciuti solo dell'1%. L'utile netto per azione si è attestato a 0,59 dollari (-3%), mentre a livello comparabile è stato pari a 0,63 dollari (+4%), in linea con le aspettative. Intanto McDonald's ha annunciato l'apertura del suo primo ristorante in Vietnam. Il gigante Usa del fast food prevede di aprire i battenti l'anno prossimo nella capitale economica meridionale del Paese asiatico, Ho Chi Minh City (la ex-Saigon), dopo aver nominato come titolare della licenza di sviluppo l'uomo d'affari Henry Nguyen. Sul fronte economico in agenda oggi la produzione industriale e l'inflazione di giugno. Secondo le stime di consensus l'indice dei prezzi al consumo dovrebbe attestarsi all'1,6% su base annua rispetto al +1,4% della passata rilevazione, mentre la produzione industriale dovrebbe mostrare un lieve miglioramento, registrando una crescita dello 0,3%. Indicazioni in arrivo anche dal mercato immobiliare con la diffusione dell'indice che misura l'edilizia abitativa statunitense (Nahb, National Association of Home Builders) che dovrebbe essere pari a 51. In attesa dell'opening bell il future sull'S&P 500 segna un +0,03%. Il contratto sul Nasdaq e sul Dow Jones guadagnano rispettivamente lo 0,07% e lo 0,06%.
COMMENTA LA NOTIZIA