Future Usa piatti: Apple in primo piano

Inviato da Redazione il Ven, 20/09/2013 - 14:24
Attesa un'apertura di scambi piatta per la Borsa di New York. Prima dell'opening bell i future su Wall Street si muovono sulla linea della parità: il contratto sul Dow Jones segna un -0,01%, mentre quello sul Nasdaq 100 sale dello 0,32%. Il future sull'indice S&P 500 indietreggia dello 0,04%. Gli investitori guardano agli interventi dei membri della Fed previsti per oggi, a distanza di due giorni dalla decisione della banca centrale americana di rimandare l'avvio della riduzione delle misure a favore dell'economia. In agenda oggi il discorso del presidente della Fed di Kansas City, Esther George. Seguiranno anche quelli di Daniel Tarullo, e di James Bullard, numero uno della Fed di St. Louis. Sempre oggi è in programma l'intervento di Narayana Kocherlakota della Fed di Minneapolis. Rimane sempre in primo piano anche la nomina del nuovo presidente della Federal Reserve (Fed). Nel corso di un'intervista all'emittente Cnbc Warren Buffett ha dichiarato di sostenere un terzo mandato di Ben Bernanke, attuale governatore della Fed (Bernanke ha iniziato il suo primo mandato alla guida della banca centrale americana nel febbraio del 2006). Dopo l'annuncio del ritiro di Larry Summers alla corsa per diventare il nuovo presidente della Fed il nome che circola sempre più insistentemente è uno solo: ovvero quello di Janet Yellen, attuale vice-presidente della Fed. E la decisione del Fomc, braccio operativo della banca centrale statunitense, di posticipare l'avvio del tapering, ovvero la riduzione graduale del QE, è stata letta da molti come un chiaro segnale che la Yellen sta già esercitando una certa influenza sulla politica della Fed. Yellen è da sempre considerata "QE-friendly", favorevole cioè agli stimoli monetari per rilanciare la prima economia. Sul fronte equity riflettori puntanti oggi su Apple. A partire da oggi saranno in vendita i due melafonini del gruppo di Cupertino, il 5s e il 5s, presentati lo scorso 10 settembre. I due dispositivi saranno disponibili negli Stati Uniti, in Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Puerto Rico, Singapore e Regno Unito. Si preannuncia un avvio di contrattazioni in forte rialzo per Verenium Corporation a Wall Street. Il titolo della società di biotecnologie statunitense vola di quasi il 60% nella sessione di pre-market dopo avere ricevuto un'offerta di acquisto da parte dalla tedesca Basf. In base ai termini dell'accordo il colosso teutonico della chimica sborserà 4 dollari ad azione in contanti. L'operazione ha già ricevuto il via libera da parte del consiglio di amministrazione di Verenium Corporation e di Basf.
COMMENTA LA NOTIZIA