Future piatti su timori crescita globale. Cresce attesa per la trimestrale di Apple

Inviato da Redazione il Mar, 23/04/2013 - 13:05
Si muovono in ordine sparso i future sulla Borsa di New York, facendo presagire un avvio di scambi all'insegna della cautela per il mercato azionario americano. A condizionare l'umore i timori legati alla crescita globale in scia ai deludenti dati diffusi questa mattina in Cina e in Germania. Nella lettura preliminare l'indice pmi manifatturiero cinese elaborato da Hsbc di aprile ha deluso le attese, calando a 50,5 punti, sui minimi da due mesi. In Germania l'indice pmi manifatturiero tedesco nella lettura flash è invece scivolato ad aprile a 47,9 punti. A livello societario gli sguardi degli investitori rimangono rivolti alla nuova tornata di trimestrali previste per oggi. Focus in particolare sui conti dei primi tre mesi di Apple. Secondo le stime elaborate dagli analisti interpellati da Bloomberg il giro d'affari del colosso di Cupertino dovrebbe attestarsi a 54,5 miliardi di dollari, con un utile per azione pari a 13,81 dollari. In agenda oggi anche i numeri di At&t. Chi ha già comunicato i risultati del trimestre è DuPont. I primi tre mesi dell'anno sono stati archiviati con un giro d'affari in moderato rialzo del 2% e in linea con le attese a 10,41 miliardi di dollari, mentre l'utile netto è balzato a 3,35 miliardi dai 1,49 miliardi conseguiti nel corrispondente periodo nel 2012. L'utile per azione (Eps) rettificato, ossia al netto delle poste non ricorrenti, si è attestato a 1,56 dollari rispetto ai 1,53 dollari indicati dal consensus. DuPont ha inoltre annunciato la revisione verso l'alto del dividendo del secondo trimestre, che passa da 43 a 45 centesimi di dollaro in contanti. Il calendario macroeconomico prevede le vendite di case nuove di marzo. Secondo il consensus dovrebbe mostrare una crescita dell'1,2% dal -4,6% della precedente rilevazione. In questo scenario il future sul Dow Jones registra un moderato calo dello 0,02%, mentre quello sull'S&P 500 indietreggia dello 0,12%. Poco sopra la parità il contratto sul Nasdaq 100 che segna un +0,07%.
COMMENTA LA NOTIZIA