Atteso avvio positivo di Wall Street, parte la due giorni della Fed

Inviato da Redazione il Mar, 30/07/2013 - 14:02
Parte oggi l´attesa due giorni della Fed che domani sera farà il suo annuncio di politica monetaria con l´attesa di un nulla di fatto in attesa del prossimo meeting di settembre che dovrebbe sancire l´avvio ufficiale del tapering, ossia ovvero la riduzione graduale del quantitative easing che attualmente prevede l´acquisto di asset per 85 mld di dollari mensili. I future sull'azionario statunitense mostrano un´intonazione positiva dopo la chiusura in calo di inizio ottava. Il future sull'S&P 500 segna un +0,21%, +0,17% per quello sul Dow Jones e +0,32% per quello sul Nasdaq 100. L'agenda macro odierna vede alle 16.00 ora italiana il dato di luglio sulla fiducia dei consumatori, attesa in flebile rialzo a 81,5 punti dagli 81,4 precedenti. Un'ora prima arriverà invece l'indice S&P Case Shiller sui prezzi delle case a maggio, con il consensus che vede un +12,5% annuo dal +12,1% di aprile. La discesa della vigilia ha assottigliato i guadagni da inizio mese con il saldo che rimane comunque ampiamente positivo (+4,9% per lo S&P 500), miglior mese da gennaio. rally di luglio sostenuto principalmente dalle rassicurazioni arrivate dalla Fed circa il graduale ritiro delle misure di stimolo monetario, ma anche dell'andamento migliore delle attese della nuova earning season. Delle società dell'S&P 500 che fino ad oggi hanno riportato i numeri trimestrali, ben il 73% ha battuto le stime degli analisti. Proprio sul fronte trimestrali ieri sera è arrivata quella di Eastman Chemical che nell'aftwer hours è salito del 4% grazie all'aumento delle sue previsioni di profitto per l'intero anno. Composta invece la reazione ai conti di Pfizer che ha battuto le attese a livello di utili (Eps adjusted di 56 cent di dollari rispetto ai 55 cents del consensus) con la conferma dell'outlook 2013. Sempre nel settore pharma Merck ha chiuso il secondo trimestre 2013 con profitti per 906 milioni di dollari (0,30 dollari per azione), in diminuzione dagli 1,79 miliardi (0,58 dollari) dello stesso periodo dello scorso anno. Escludendo i costi delle acquisizioni e di ristrutturazione, la compagnia farmaceutica ha riportato un Eps di 0,84 dollari, un centesimo sopra le stime di consensus. I ricavi sono passati da 12,31 miliardi a 11,01 miliardi di dollari. Confermati i target per l´intero 2013: utile per azione compreso tra 1,84 e 2,05 dollari (3,45-3,55 dollari a livello adjusted).
COMMENTA LA NOTIZIA