Le small/mid cap europee offrono buone opportunità

Inviato da Redazione il Mer, 30/04/2014 - 10:25
Le small/mid cap europee offrono buone opportunità Di seguito pubblichiamo un commento di mercato a cura di di Guido Marveggio gestore del JB Europe Small & Mid Cap Stock Fund di Swiss & Global Asset Management. Nella sua analisi l´esperto prende in considerazione le buone opportunità presenti nel segmento delle Small & Mid Cap europee. I titoli small e mid cap sono stati tra i protagonisti del mercato azionario europeo nel 2013 e la tendenza sembra destinata a proseguire. Questo almeno vedendo l´andamento delle quotazioni nel primo trimestre 2014. Nonostante la salita dei corsi, il migliora¬mento della situazione economica a detta dell´esperto dovrebbe permettere alle società di far registrare di nuovo aumenti di fatturato. In questo modo si aprirebbe la strada a utili decisa¬mente maggiori e a una performance ancora migliore delle PMI europee Nel primo trimestre di quest´anno, le quotazioni delle small/mid cap europee sono di nuovo salite. Molte piccole e medie imprese (PMI) sono ben posizionate per beneficia¬re di un´economia in ripresa. Il JB Europe Small & Mid Cap Stock Fund di Swiss & Global Asset Management investe nelle società in forte crescita, consentendo così agli inve¬stitori di partecipare sia alla crescita ciclica sia a quella strutturale. I titoli small/mid cap europei sono risultati vincenti nel 2013. L´MSCI Europe Small & Mid Cap lo scorso anno è salito in euro del 33,41% e ha iniziato bene anche il 2014. Nono¬stante ciò, il nervosismo che ha caratterizzato le borse glo¬bali negli scorsi mesi e il conseguente aumento della volati¬lità hanno un po´ smorzato l´entusiasmo per i titoli a piccola e media capitalizzazione. In modo particolare la riduzione della crescita in Cina, il rallentamento dei riscatti delle obbli¬gazioni ad opera della Fed e la recente crisi geopolitica in Ucraina hanno gravato sullo scenario degli investimenti ad alto rischio. Economia in ripresa Ciò nonostante, la situazione economica in Europa continua a migliorare seppur lentamente, come dimostrano i dati mensili dell´indice dei direttori degli acquisti. Le oscillazioni valutarie esercitano sicuramente un freno sulla ripresa, con la conseguenza che gli analisti modificano le loro valutazioni sull´intero mercato al ribasso. I progressivi miglioramenti delle singole imprese sono pertanto visibili solo in parte. Buon posizionamento delle PMI Nel lungo periodo si aprono tuttavia interessanti opportunità d´investimento. Molte PMI hanno un´elevata quota di fattura¬to in Europa e sono pertanto poco interessate dalle oscilla¬zioni valutarie. Sebbene l´attuale valutazione delle small e mid cap europee possa essere considerata equa, il potenzia¬le incremento degli utili possibile nei prossimi anni (vedi gra¬fico) si riflette solo parzialmente in questa valutazione. Molte aziende si sono infatti riposizionate negli anni della crisi e possono pertanto ottenere solidi utili e un buon cash flow anche senza crescita del fatturato. Con il continuo migliora¬mento della situazione economica, le aziende dovrebbero tuttavia registrare di nuovo aumenti di fatturato, che in una prima fase potrebbero essere assorbiti senza ingenti investi¬menti. In questo modo si aprirebbe la strada a utili decisa¬mente maggiori e a una performance ancora migliore delle PMI europee. Non va sottovalutato nemmeno il fatto che mol¬te aziende presentano bilanci estremamente sani. Obiettivo: aziende in crescita Il JB Europe Small & Mid Cap Stock Fund è ben posizionato per trarre vantaggio da questi sviluppi. Segue un approccio d´investimento a lungo termine e può creare valore aggiunto per gli investitori mediante una selezione mirata dei singoli titoli. Il fondo investe soprattutto in aziende in crescita appartenen¬ti a segmenti strutturali (ad es. salute) o ciclici (ad es. agenzie di collocamento), i cui prodotti e servizi si distinguono da quelli dei concorrenti. In questo modo dovrebbero essere in grado di crescere più velocemente rispetto al mercato e alla concorrenza, con conseguenze positive sulla redditività. Tut¬to ciò, unito a bilanci relativamente solidi, dovrebbe dare a queste aziende una certa libertà per affermarsi in quasi ogni ambiente.
COMMENTA LA NOTIZIA