1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Zynga: Don Mattrick lascia Microsoft e diventa nuovo amministratore delegato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Solo un mesetto ha svelato al mondo la nuova Xbox One della Microsoft e ora lascia per prendere il timone di Zynga. Ha letteralmente voltato pagina Don Mattrick – attuale numero uno della divisione Interactive Entertainment del gruppo di Redmond. E con lui prova a voltare pagina anche la società californiana dei giochi online. A partire dal prossimo 8 luglio Mattrick prenderà il posto del fondatore del gruppo Mark Pincus. Quest’ultimo manterrà la carica di presidente e chief product officer della compagnia. 
Mattrick, 49 anni, ha lavorato per sei anni in Microsoft e ha rivestito per tre anni la carica di presidente dell’unità Interactive Entertainment, che comprende la console Xbox. Un cambiamento importante anche per Microsoft. Steve Ballmer, numero uno del gruppo di Redmond, ha infatti deciso di scrivere un’email ai dipendenti nella quale ha ringraziato Mattrick per il lavoro svolto e ha comunicato che coloro che riportavano a Don Mattrick potranno ora fare riferimento direttamente a lui.
Don è unico nel business dei giochi – commenta Mark Pincus, fondatore del gruppo californiano – Sa lavorare in differenti aree, come quella hardware, software e network”. “E’ uno dei maggiori responsabili nelle attività di intrattenimento a livello globale – continua Pincus – ha trasformato la Xbox nella più grande rete per console, facendo crescere la sua base installata da 10 a 80 milioni e generando elevati profitti in una divisione che aveva profonde perdite. Ha fatto anche crescere Xbox Live da 6 a 50 milioni di membri attivi in 41 paesi”. 
Nella sua breve storia Zynga ha ridefinito il mondo dell’intrattenimento e ha portato il social gaming al grande pubblico” afferma Mattrick aggiungendo che “oltre un miliardo di persone hanno installato i giochi Zynga”. “Sono entrato in Zynga perché credo che la visione pionieristica di Mark e la missione di connettere il mondo attraverso i giochi siano solo all’inizio. Zynga è un grande business che deve ancora realizzare il suo pieno potenziale”. 
Zynga prova dunque a cambiare passo dopo le recenti notizie. A inizio giugno il produttore statunitense di giochi online tra cui Farmville ha infatti annunciato la riduzione del 18% della sua forza lavoro a livello mondiale. Circa 520 licenziamenti che toccheranno le differenti funzioni e che dovrebbero essere completati entro agosto. Nel tentativo di ridurre fino a 80 milioni di dollari di costi Zynga ha anche deciso di chiudere alcuni uffici. Il gruppo di San Francisco ha inoltre fornito l’outlook per il secondo trimestre durante il quale si attende una perdita netta compresa tra 39 milioni di dollari e 28,5 milioni.