Zurich, al via la formazione previdenziale per gli agenti assicurativi

Inviato da Massimiliano Volpe il Gio, 08/05/2014 - 09:28
Ha prende avvio ieri la prima edizione di "Z Pension Advisor Agenti" di Zurich, percorso di alta formazione in ambito previdenziale dedicato esclusivamente alla rete agenziale italiana del gruppo Zurich Italia. Il percorso è erogato da Zurich Academy, scuola di formazione che offre dal 2006 soluzioni di training e sviluppo sia ai collaboratori, che alle reti distributive del gruppo, in collaborazione con partner di altissimo profilo tra cui Irsa, Istituto per la Ricerca e lo Sviluppo delle Assicurazioni e Sda Bocconi. Il filo conduttore di tutto il percorso formativo, riservato a soli 22 agenti selezionati sul territorio nazionale, sarà il concetto di financial planning considerato nei suoi aspetti teorico, commerciale ed operativo.

Il programma del master si svolge nell'arco di 4 mesi e prevede 7 giornate in aula, moduli on line, attività applicative da svolgere in autonomia e un esame di certificazione finale. I corsi verranno tenuti da autorevoli docenti universitari e dai massimi esperti nel previdenziale italiano.

Il Master si prefigge l'obiettivo di identificare le "zone d'ombra" e le aree di possibile integrazione normativa dell'attuale sistema previdenziale, anche grazie ad un'analisi approfondita dello stato delle normative e delle leggi in ambito di previdenza pubblica e complementare.

Gli agenti selezionati potranno partecipare ad un esclusivo corso di specializzazione professionale e poter beneficiare di esperienze, strategie e modelli più avanzati in campo previdenziale, anche analizzando casi di studio pratici, al fine di potenziare le proprie competenze, ottenere una specifica certificazione e diventare specialisti in ambito previdenziale. Svilupperanno non solo la capacità di far emergere dall'analisi finanziaria il bisogno previdenziale dei clienti, e di proporre le soluzioni adeguate alle loro esigenze in un'ottica di relazione di lungo periodo, ma anche la capacità di far emergere dall'analisi finanziaria il bisogno di protezione, individuando le risposte più puntuali sia per esigenze in caso di morte, sia in caso di inabilità e/o di invalidità.





TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA