Zona Euro: Commissione Europea stima Pil a -0,3% nel 2012, +1% nel 2013

Inviato da Redazione il Ven, 11/05/2012 - 12:01
La ripresa è all'orizzonte, ma è ancora lungo il cammino affinché l'economia della Zona Euro raggiunga una crescita sostenuta. E' quanto emerge dalle previsioni economiche di primavera presentate oggi dalla Commissione europea. Per quanto riguarda la Zona Euro il rapporto conferma le previsioni "ad interim" dello scorso febbraio. Per parlare di ripresa si dovrà attende l'anno prossimo. Secondo i numeri comunicati oggi da Bruxelles il Pil dell'Euro Zona si contrarrà dello 0,3% nel 2012 e aumenterà dell'1% nel 2013. All'interno dell'area euro l'economia della Grecia, secondo le proiezioni, mostrerà un calo del 4,7% quest'anno, mentre quella spagnola e italiana registreranno un calo rispettivamente dell'1,4% e dell'1,8%. Il Pil portoghese è atteso, invece, in contrazione del 3,3% (-0,3% stimato nel rapporto autunnale). Stando ai numeri diffusi da Bruxelles il Pil francese e quello tedesco dovrebbero invece crescere rispettivamente dello 0,5% e dello 0,7% nel corso del 2012. "Le prospettive continuano ad essere caratterizzate da un'elevata incertezza" si legge nel rapporto di primavera della Commissione europea. "Il principali rischio rimane l'inasprirsi della crisi del debito in Europa".
COMMENTA LA NOTIZIA