1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Yen sale su stallo negoziati tetto debito, Tombini sostiene il real brasiliano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano a riaffiorare le tensioni sui mercati in merito al nuovo stallo dei negoziati negli Stati Uniti per l’innalzamento del tetto del debito. Impasse che si traduce sul mercato valutario in un ritorno verso le valute rifugio fermando il tentativo di risalita del dollaro. Il cross dollaro/yen oggi viaggia in calo per la prima volta nelle ultime cinque sedute attestandosi a quota 98,18. Acquisti anche sul franco svizzero con cross $/chf in calo a 0,0975.

“La mancanza di progressi nelle negoziazioni tra le parti nel corso del weekend e i dati soft sulle esportazioni cinesi potrebbero indurre a una maggior cautela di quella adottata finora – commenta oggi Michael Hewson, Senior Market Analyst di CMC Markets – e cresce l’ansia man mano che ci si avvicina alla scadenza del 17 ottobre”.

Da segnalare i nuovi massimi dello yuan. La People’s Bank of China ha fissato oggi il cross a 6,1406 per dollaro, il livello più alto da quando nel 1994 la Cina ha creato il suo mercato interno dei cambi. Le quotazioni dello yuan posso divergere dal tasso fissato dalla banca centrale di un massimo di +1% o -1%. Oggi da Pechino sono arrivate deboli indicazioni sul fronte dell’export con un calo dello 0,3% annuo a settembre rispetto al +6% atteso dal mercato.

Tra le valute emergenti da segnalare poi il rally del real brasiliano salito sui massimi a 4 mesi sul dollaro Usa dopo che il governatore della banca centrale carioca, Alexandre Tombini, ha dichiarato che il programma di supporto alla moneta locale da 60 mld di dollari potrà estendersi anche al 2014.