1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Lo yen rialza la testa dopo minute BoJ

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Inversione di marcia per lo yen dopo la pubblicazione delle minute della Bank of Japan con alcuni componenti del board che hanno sottolineato l’emergere di rischi per le prospettive dell’economia. Sì è così placato il trend di veloce deprezzamento della valuta nipponica con il cross dollaro/yen tornato in area 101,5 dagli 101,92 toccati alla vigilia e che rappresentano i massimi dal 29 maggio scorso.

Dalle minute della riunione di fine ottobre emerge che Sayuri Shirai ha proposto di aumentare l’attenzione ai rischi al ribasso poiché c’è un alto livello di incertezza per quanto riguarda gli sviluppi nelle economie d’oltremare e su occupazione e redditi delle famiglie. Nell’ultima riunione di novembre la BoJ ha mantenuto le misure di stimolo monetario varate ad aprile con l’indicazione di un aumento annuo della base monetaria nell’ordine dei 70mila miliardi di yen l’anno.
Il governatore della BoJ Kuroda ieri nel corso di un intervento aveva definito “molto ambizioso” il raggiungimento dell’obiettivo di una crescita dei prezzi annua del 2%. Nonostante questo, Kuroda stima che il target sarà raggiunto “verso la fine dell’esercizio fiscale 2014 o all’inizio di quello 2015”. Venerdì l’appuntamento è con l’indice dei prezzi al consumo nipponico che il mese scorso, al netto dei prodotti alimentari freschi, ha evidenziato un incremento dello 0,9% annuo.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.