1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Xinmao sfida Prysmian per rilevare Draka, i cinesi mettono sul piatto 1 miliardo cash

QUOTAZIONI Prysmian
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si infiamma la battaglia per rilevare Draka, società olandese attiva nella produzione di cavi per l’energia e le telecomunicazioni. Questa mattina Prysmian aveva lanciato un’Opas sul gruppo olandese, valutando ciascuna azione ordinaria Draka 17,20 euro per azione (8,60 euro cash e 0,6595 azioni Prysmian di nuova emissione per ciascuna azione ordinaria Draka). Il valore implicito dell’operazione è di 840 milioni di euro per il 100% delle azioni Draka emesse e in circolazione, mentre l’enterprise value è di 1,3 miliardi di euro. “Crediamo che l’offerta di Prysmian dia una valutazione adeguata di Draka e rappresenti un’opportunità unica per Draka e per i suoi stakeholder”, ha affermato ad inizio giornata l’amministratore delegato di Draka, Frank Dorjee.
 
L’unione delle due società avrebbe portato alla nascita di un nuovo gruppo forte di una presenza in oltre 50 Paesi e con più di 90 stabilimenti. Sempre alla luce dei dati aggregati, l’Ebitda 2009 si sarebbe attestato a 541 milioni e il fatturato a 5,8 miliardi di euro. Il deal avrebbe creato inoltre sinergie per circa 100 milioni di euro entro tre anni e un effettivo beneficio sui profitti a partire dal prossimo anno. “Incorporando solo il 50% delle sinergie comunicate al 2012, il P/E 2012 di Prysmian scenderebbe da 9.8x a 7.9x”, ha scritto Equita nella nota odierna. Per il broker milanese, che ribadisce buy con target price a 16 euro sul titolo della ex Pirelli Cavi, “l’operazione sembra ragionevole: ci sono una serie di sinergie con alta complementarietà di know-how e gamma prodotti”.


Tutto finito? Macché. Poche ore fa la cinese Xinmao ha presentato una controfferta tutta in cash. Il gruppo asiatico ha messo sul piatto 20,50 euro per ogni azione Draka (operazione da circa 1 miliardo di euro), anche se Dorjee ha dichiarato che “è troppo presto per commentare l’offerta di Xinmao”. Da Prysmian hanno fatto però sapere che non giocheranno al rialzo qualora l’offerta dei cinesi venisse accettata. La controfferta di Xinmao ha infiammato il titolo Draka alla Borsa di Amsterdam, dove guadagna oltre 25 punti percentuali a 19,30 euro.