1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Wti, dopo la corsa dei giorni scorsi ritracciamento in vista

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il prezzo del petrolio Wti dopo aver superato la soglia dei 90 dollari al barile, cosa che non accadeva da maggio, ora è ritornato a scambiare in prossimità di 88 dollari. Negli ultimi giorni le quotazioni dell’oro nero hanno scambiato in sostanziale trading range, andando tuttavia a violare al ribasso la trend line di breve ottenuta con i minimi crescenti del 23 novembre e dell’1 dicembre. Gli investitori sono tornati a vendere petrolio una volta giunti in prossimità delle resistenze mobili rappresentate dalla trendline superiore del canale ascendente che ne caratterizza le quotazioni dallo scorso luglio. I massimi utilizzati per individuare la trendline in questione sono quelli del 27 luglio, del 6 ottobre e dell’11 novembre. In questo contesto è dunque credibile che la preziosa materia prima torni nuovamente in prossimità dei supporti statici di area 84/85 dollari prima di portare a termine un nuovo attacco alle resistenze. In quest’ottica è dunque possibile intraprendere una strategia rialzista in caso di ritorno delle quotazioni a 84,55 dollari. Lo stop si avrebbe a 83,20 dollari mentre il primo target è posizionato a 88,30 dollari e il secondo a 93,25 euro.