1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

WestAM, previsto consolidamento per Borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Holger Wehner, product specialist di WestAM per il fondo WestAM Compass European Equity Fund, sostiene che il calo della volatilità presente sui mercati europei li renda interessanti in un’ottica di riduzione del rischio insito nella componente azionaria del portafoglio. “I mercati azionari europei”, afferma Wehner “si sono comportati molto bene fin dall’inizio del 2005. Le forti performance realizzate in questi mesi, ci spingono a pronosticare un periodo di consolidamento delle quotazioni. Tuttavia, il potenziale rialzista dei mercati europei resta ancora consistente. Dopo aver optato per una strategia basata sul taglio dei costi e sulla ristrutturazione interna durante gli ultimi anni, le compagnie europee mostrano fondamentali solidi ed elevata capacità di generare flussi di ricchezza. L’adozione di comportamenti tesi a ridurre il debito societario e a risanare i bilanci, si sta ora incanalando verso una più attenta shareholder orientation, caratterizzata da dividendi più ricchi e operazioni di buy back. La distribuzione di dividendi sempre più ricchi sta provocando un fenomeno di comparazione dei rendimenti delle azioni con quelle delle obbligazioni. Il continuo incremento della quota destinata al capital spending sta dimostrando la rinnovata propensione alla crescita delle aziende del Vecchio Continente. Il calo della volatilità presente sui mercati europei li rende interessanti in un’ottica di riduzione del rischio insito nella componente azionaria del portafoglio. Anche il confronto con i valori medi storici e con le quotazioni presenti sugli altri mercati, dimostra che le european equities sono ancora molto appetibili. Un supporto alle aspettative di crescita viene anche dalle speculazioni innescate dal probabile cambio della guardia alla guida del governo tedesco”. A livello di selezione del portafoglio WestAM si serve di un’analisi settoriale. “Per ogni settore produttivo”, fa sapere Wehner “esiste un sector specialist che analizza le più importanti società. L’analisi settoriale significa cercare di individuare le specificità di ogni settore per poter puntare ad una selezione che si fonda su un’approfondita conoscenza del quadro d’insieme. E’ ovvio che lo studio del settore automobilistico comporta una prospettiva differente rispetto a quella richiesta dal settore delle telecomunicazioni. La valutazione operata dal singolo esperto settoriale rappresenta un momento importante per stabilire se un titolo può essere considerato appetibile. Gli strumenti utilizzati per la valutazione vanno dai semplici ratio Price/earnings a complessi discounted cash flow models. Gli analisti prestano molta attenzione non solo all’individuazione delle variabili che determinano la convenienza di un titolo, ma anche alle variabili che possono far svanire la convenienza”.
A cura di www.fondionline.it