1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wally rallenta il passo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata a fasi alterne per Wall Street. Dopo metà sessione caratterizzata da moderati rialzi, i listini americani hanno messo la retromarcia in scia al forte rialzo del prezzo del petrolio. A New York, il Dow Jones ha perso lo 0,60% a 12103,30 punti, in calo dello 0,53% anche l’ampio indice S&P500 a quota 1378,33 punti mentre il Nasdaq è arretrato dello 0,37% a 2376 dopo aver segnato nell’intraday un massimo 2401 punti. Nonostante la chiusura col segno meno registrata dagli indici a stelle e strisce, il colosso dell’hardware Hewlett-Packard ha ben figurato, chiudendo in progresso dell’1,75% dopo il giudizio positivo di Goldman Sachs: nel dettaglio l’analista ha rivisto il target price a 46 dai precedenti 42,50 dollari. Grande exploit a Wall Street anche per Cisco. Il big del networking, grazie a una trimestrale positiva e un outlook robusto per i dati annuali 2006, ha messo a segno un rialzo a due cifre. Semaforo rosso, invece, per Verizon Communications in flessione 2,03%, Johnson & Johnson che ha lasciato sul campo il 2,71%. Giovedì nero anche per Merck che ha perso oltre 3 punti percentuale.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …