Wall Street spinta al rialzo dal tabacco e dalle blue chips

Inviato da Raffaele Serrecchia il Ven, 07/07/2006 - 08:47
Ancora incertezza sui tassi. Ma ieri si sono riaccese le speranze che la Federal Reserve smetterà presto di ritoccare al rialzo il costo del denaro. E su queste basi ieri il Dow jonese ha chiuso a 11.225,30 punti guadagnando lo 0,66%. Più modesti invece i progressi degli altri indici, con l'S&P500 che ha terminato le contrattazioni a 1.274,08 punti in progresso dello 0,25% e il Nasdaq quasi inalterato a 2.155,09 punti in rialzo frazionale dello 0,08%. Sulla performance del Dow Jones ha inciso una sentenza della corte suprema della Florida, che ha respinto la richiesta di maxi-risarcimento contro i colossi del tabacco avanzata da un gruppo di consumatori, evitandogli un risarcimento da 145 miliardi di dollari. Piuttosto mosse le azioni del comparto storse, con la presentazione dei dati di vendita. Wal-Mart ha ceduto l'1,19% a 34,05 dollari. I dati pubblicati sono stati in linea con le previsioni, ma con l'estremo inferiore dell'intervallo. Seduta negativa anche per Costo Whole-Sale, in calo dell'1,76% a 55,85 dollari. È andata meglio a Target, in progresso dell'1,86% a 49,17 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA