1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Wall Street si tinge di rosso, crisi subprime fa nuove vittime

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata nera per il mercato azionario a stelle e strisce, che ieri ha subito un nuovo crollo, confermando così il forte nervosismo sulla situazione delle banche e sulle prospettive dell’economia americana. Dopo un avvio positivo gli indici di Wall Street hanno invertito drasticamente la rotta appesantiti da nuove pressioni arrivate dal fronte societario. Il Dow Jones ha ceduto l’1,86% attestandosi a quota 12589,07, l’S&P500 ha perso l’1,84% e il Nasdaq è sceso del 2,36% a 2440,51 punti. La notizia delle dimissioni del numero uno di Bear Stearns, James Cayne, si è aggiunta ai rumors, poi smentiti, sulla bancarotta del colosso dei mutui Countrywide. Come se non bastasse un allarme di AT&T sulle insolvenze nei pagamenti delle bollette telefoniche ha provocato un nuovo crollo dei titoli tecnologici. Ma dalla crisi nessuno sembra escluso, nemmeno Moody’s che ieri ha annunciato un taglio occupazionale di 275 unità, pari al 7,5% del totale. Poco dopo è stata la volta di Standard & Poor’s. La McGrawHill, holding della società di rating, ha preannunciato il licenziamento di 611 dipendenti, pari al 3% del gruppo.