Wall Street recupera a e chiude intorno alla parità

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 10/12/2010 - 07:38
Dopo una prima parte contrastata gli indici statunitensi sono riusciti a chiudere la seduta sopra la parità. Dopo la proroga degli incentivi fiscali a spingere al rialzo gli indici a Wall Street ci hanno pensato le indicazioni arrivate dal fronte macro, che hanno visto le nuove richieste di sussidio scendere più delle attese a 421 mila e le scorte all'ingrosso registrare un rialzo dell'1,9%. Il Dow ha così chiuso in parità (-0,02%) a 11.370,06, lo S&P ha messo a segno un +0,38% a 1.233 ed il Nasdaq ha registrato un +0,29% a 2.616,67. Riflettori ancora puntati sull'M&A. Due velocità per Mastercard (+0,23%), che ha acquistato il business delle gestioni di carte prepagate della Travelex per 458 milioni di dollari, e Dell (-0,23%), che ha avviato le trattative per acquistare Compellent Technologies (-13,7%) per 27,50 dollari per azione. Tra le altre notizie del giorno, il Cfo di United Parcel Service (+1,43%), Kurt Kuehn, ha annunciato di voler utilizzare la liquidità disponibile per incrementare dividendi e buyback, mentre Goodyear ha messo a segno un rally del 10,21% in scia della doppia promozione a buy arrivata dagli analisti di Bank of America Merrill Lynch. Per quanto riguarda gli altri giudizi, Piper Jaffray ha avviato la copertura su Qualcomm (+0,41%) con valutazione "overweight" e target price a 60 dollari, Wells fargo (+2,38%) ha bocciato Johnson&Johnson (-0,62%) a "market perform" da "outperform" e BofA ML (+5,42%) ha ridotto il prezzo obiettivo su Apple a 415 dollari ("buy", -0,39%). Dal fronte trimestrali, balzo di Smithfield Foods (+11,3%) che nel secondo trimestre ha messo a segno un utile di 143,7 mln di dollari, o 86 centesimi per azione, +30c rispetto al consenso, e vendite in crescita dell'11% a 3 miliardi (consenso 3,1 miliardi).
COMMENTA LA NOTIZIA