1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Wall Street rallenta per effetto dei dati macro, male Intel

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Pollice verso per la Borsa americana che archivia la seduta con segno negativo. Sotto pressione soprattutto i titoli tecnologici, penalizzati dalla debolezza di Intel, che ha arretrato dopo una trimestrale deludente e una multa in arrivo da parte dell’Antitrust della Pubblicità Ue. Il Dow Jones, dopo aver segnato un nuovo massimo storico durante la seduta oltrepassando i 12600 punti, ha chiuso in calo dello 0,04% a quota 12577,15. Lo S&P500 ha ceduto lo 0,09% a 1430,62, mentre il Nasdaq ha segnato un ribasso dello 0,74% a 2479,42 punti. A influenzare negativamente la borsa a stelle e strisce hanno contribuito anche i contrastati dati macroeconomici. Gli acquisti netti esteri di titoli americani negli States sono stati pari a 74,9 miliardi, in rialzo rispetto ai 60,4 miliardi del mese di ottobre. La sorpresa negativa è arrivata invece dall’inflazione percepita a dicembre dalle aziende statunitensi. Infatti, i prezzi alla produzione sempre nel mese scorso sono saliti dello 0,9%, ben sopra le stime. Più incoraggiante la produzione industriale che a dicembre è aumentata oltre le previsioni degli analisti (+0,4%). Sul fronte societario si nota McDonald’s che ha guadagnato lo 0,65%, dopo che il colosso della ristorazione ha diffuso i buoni risultati preliminari di bilancio. Procter & Gamble intanto è salito dell’1,07% grazie al giudizio positivo di Goldman Sachs.