1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Wall Street prende fiato su parole di Bernanke

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ieri è stata una seduta di tregua per la Borsa americana. Dopo giorni di forti ribassi, gli indici a stelle e strisce sono riusciti a prendere fiato e raggiungere territorio positivo, grazie alle parole del presidente della Fed, Ben Bernanke, nell’audizione al Congresso. Il Dow Jones ha guadagnato il 2,52% attestandosi a quota 11239,28, l’S&P è salito del 2,50% e il Nasdaq è avanzato del 3,12% a 2284,85 punti. Ieri Bernanke ha assicurato che Fannie Mae e Freddie Mac, i due colossi che gestiscono la metà dei mutui immobiliari Usa, non rischiano il fallimento grazie al salvataggio del Tesoro. Dalle parole del numero uno della Fed si è letto anche un segnale di intervento sulla valuta americana, che si è rafforzata nei confronti dell’euro. Il petrolio invece ha ripiegato a 134,5 dollari. A ridare fiducia agli investitori anche i risultati oltre le attese del gruppo bancario Wells Fargo. I titoli finanziari si sono messi a correre, spinti anche dalla decisione della Sec di imporre vincoli sugli ordini di vendita a breve per i maggiori istituti di credito Usa. Unica nota negativa è stata l’inflazione che ha segnato un aumento record e la prima vera vittima della crisi. Scott Coles, titolare di una piccola finanziaria si è suicidato per il crac della sua azienda.