1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street prende fiato dopo il rally di ieri

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in sostanziale parità per le borse statunitensi che prendono fiato dopo i nuovi record innescati dalla decisione della Fed di confermare il piano di acquisto asset in quota 85 miliardi di dollari. A meno di tre ore dalla chiusura il Dow e lo S&P lasciano sul parterre un quarto di punto percentuale mentre il Nasdaq passa di mano in perfetta parità.

A livello di singole performance -1,25% per JPMorgan che ha annunciato di aver raggiunto un accordo con le autorità per chiudere l’inchiesta relativa la “London Whale” tramite il pagamento di una multa di circa 920 milioni di dollari. Il colosso statunitense era imputato per le carenze nel sistema di gestione del rischio che lo scorso anno avevano portato al “buco” da 6,2 miliardi di dollari.

Migliori del previsto le indicazioni arrivate dai dati macro relativi nuove richieste di sussidio (cresciute meno delle attese a 309 mila), vendite di case esistenti (salite a 5,48 milioni), il manifatturiero dell’area di Philadelphia (da 9,3 a 22,3) e superindice (+0,7% m/m).

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …