1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street piatta in chiusura di trimestre, indicazioni contrastanti dal fronte macro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse statunitensi in parità in chiusura di trimestre (-0,06% del Dow Jones, +0,06% dello S&P500 e +0,19% del Nasdaq). Da inizio anno il Dow è salito del 4,72%, lo S&P ha guadagnato il 5,75% e il Nasdaq ha messo a segno un rialzo di 10 punti percentuali.

A livello di singole performance, parità per Johnson & Johnson (+0,1%) che, a seguito dell’offerta da 30 miliardi di dollari su Actelion, ha annunciato di detenere il 77,2% della società svizzera.

Rosso di mezzo punto percentuale per Wells Fargo che dovrà fronteggiare nuove accuse da parte di investitori che hanno sottoscritto Mortgage-Backed Securities.

In agenda macro gli aggiornamenti relativi redditi e spese (+0,4 e +0,1% mensile), PMI Chicago (57,7 punti) e fiducia dei consumatori (96,9 punti). L’indice dei prezzi PCE (Personal Consumption Expenditures) a febbraio, su base mensile, ha segnato un incremento dello 0,1% in versione completa ed ha registrato un +0,2% m/m su base “core” (al netto di prodotti alimentari ed energetici).

Nel confronto annuo, i due dati registrano un +2,1 (dato maggiore dal marzo 2012) e un +1,8 per cento.

Michael Feroli di J.P. Morgan ha annunciato di aver ridotto la stima sulla crescita statunitense del primo trimestre 2017 dall’1,5 all’1 per cento in scia di consumi inferiori alle stime. Alzato invece dal 2 al 3 per cento il dato relativo il secondo trimestre.