Wall Street perde terreno, male il settore high tech

Inviato da Redazione il Ven, 12/10/2007 - 08:34
Dopo una partenza sprint, in cui il Dow Jones e l'S&P500 hanno aggiornato i record intraday, la Borsa americana ha cambiato rotta verso territorio negativo, chiudendo con gli indici in ribasso. Al suono della campanella il Dow Jones ha mostrato una perdita dello 0,45% a 14015,12 punti, l'S&P500 ha lasciato sul campo lo 0,52% finendo a quota 1554,41 e il Nasdaq è sceso dell'1,40% a 2772,20 punti. A movimentare gli scambi ci hanno pensato all'inizio gli incoraggianti dati macro, con il deficit commerciale di agosto sceso a 57,6 miliardi di dollari, e poi le notizie arrivate dal fronte societario con le nuove trimestrali. Fra i titoli, ha brillato Wal-Mart, il numero uno della grande distribuzione commerciale, salito del 2,87% dopo aver comunicato una stima di utile per azione pari a 69 centesimi contro i consueti 65 centesimi. In luce anche General Motors (+4,88%), grazie al recente accordo con i sindacati. A soffrire è stato invece il comparto high tech dopo che gli analisti di Jp Morgan, pur mantenendo l'outlook positivo, hanno dato rating sovrappesare sui titoli della società Internet cinese Baidu.com. Di riflesso, Google ha ceduto lo 0,54%, mentre Apple ha terminato in calo del 2,73%. Da segnalare infine il debutto di Virgin Mobile Usa, scambiata a 15,23 dollari, appena sopra il prezzo iniziale d'offerta.
COMMENTA LA NOTIZIA