Wall Street pensa ai tassi di interesse e chiude in calo

Inviato da Redazione il Mar, 14/02/2006 - 08:30
Le incertezze riguardo all'impostazione che Ben Bernanke, il nuovo presidente della Federal Reserve, deciderà di dare alla politica monetaria statunitense e l'attesa per la sua testimonianza al Congresso sul finire dell'ottava, hanno convinto molti operatori del floor statunitense alla prudenza. Le vendite sono quindi riuscite ad avere il sopravvento sul denaro nonostante un'altra seduta di ritracciamento per il prezzo del barile di petrolio. Il mercato teme che, dopo gli ultimi consistenti dati macroeconomici resi noti negli Usa, la fine della politica di rialzo dei tassi potrebbe essere ancora rimandata di qualche mese. Al termine delle contrattazioni l'indice Dow Jones Industrial ha fatto segnare un calo dello 0,24% a 10.892,32 mentre il Nasdaq Composite è sceso dello 0,98% a 2.239,81. Tra i singoli titoli da segnalare l'exploit di Black Rock, salita di oltre 10 punti percentuali, sulla notizia di un prossimo accordo con Merrill Lynch per acquisire quasi il 50% della società di gestione. In calo Sturbucks, downgradata da Ubs.
COMMENTA LA NOTIZIA