1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street, partenza negativa dopo dati macro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street ha aperto sotto la parità dopo i positivi dati macro. Il prodotto interno lordo (Pil) annualizzato al terzo trimestre ha mostrato una crescita del 3,6% rispetto al periodo precedente, superiore alla precedente lettura e alle stime degli analisti. Meglio delle aspettative anche le nuove richieste ai sussidi di disoccupazione, che nella settimana al 29 novembre sono state di 298mila, in calo rispetto alla settimana prima. Ora si guardano ai dati sul mercato del lavoro, in uscita domani, che potrebbero offrire nuovi segnali sulle intenzione della Federal Reserve di avviare la progressiva riduzione del suo piano di acquisto asset. Ma gli investitori temono che queste ultime indicazioni, migliori delle attese, possano favorire l’avvio del tapering già a gennaio. Nei primi minuti di scambio il Dow Jones mostra un calo dello 0,27% a 15847 punti, mentre l’S&P500 cede lo 0,23% a 1788 punti e il Nasdaq rimane piatto con un -0,05% a 4035 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …