1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Wall Street parte debole, due velocità per D.R. Horton ed Apple

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I listini statunitensi si mettono in scia delle piazze finanziarie europee e avviano gli scambi con il segno meno. Pochi minuti dopo l’opening bell il Dow Jones segna un calo dello 0,29%, lo S&P500 arretra dello 0,23% e il Nasdaq lascia sul parterre mezzo punto percentuale. Indicazioni contrastanti quelle arrivate dai dati macro. Ad ottobre l’indice Nfib (National Federation Of Independent Business), che misura il sentiment delle piccole imprese, si è confermato a 96,1 punti, i prezzi all’import a settembre sono scesi dello 0,5% (consenso -0,1%) e le vendite nelle grandi catene retail statunitensi misurate dal Redbook index hanno messo a segno un +0,8% mensile. In arrivo l’aggiornamento sulle scorte all’ingrosso, attese stabili a settembre.

A livello di singole performance, due velocità per D.R. Horton (+4%) ed Apple (-2,64%). Il costruttore statunitense ha chiuso il quarto trimestre fiscale con utili in aumento del 44% a 238,9 milioni di dollari un fatturato di 3,09 miliardi, il 28% in più rispetto a un anno prima mentre il titolo del colosso di Cupertino paga pegno a un report del Credit Suisse. Stando ai dati elaborati da Kulbinder Garcha, analista del colosso elvetico, il -10% registrato dagli ordini di componentistica segnalano “la debolezza della domanda per il nuovo iPhone 6s”. Secondo l’esperto l’anno prossimo saranno costruiti 222 milioni di iPhone, contro i 242 milioni stimati in precedenza.