1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Wall Street parte con il piede giusto a dicembre, in prima fila i minerari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parte bene il mese di dicembre per gli indici statunitensi, che svanito l’effetto-Dubai hanno ripreso la loro corsa sostenuti dall’andamento delle materie prime (oro che sfonda anche quota 1.200 dollari e greggio che recupera terreno a 78,4 dollari) e dai dati macroeconomici, che nonostante l’Ism manifatturiero sotto le attese, hanno evidenziato un miglioramento dei dati relativi il settore immobiliare. Il Dow Jones ha così chiuso con un +1,23% a 10.471,6 punti, +1,21% per lo S&P’s a 1.108,9 e +1,46% del Nasdaq Composite a 2.175,8. Toniche a Wall Street Chevron e Exxon, che si portano rispettivamente a casa l’1,31 e l’1,29 per cento; bene anche Alcoa e Freeport-McMoRan Copper & Gold Inc., in rialzo del 2,24% e dell’1,34%. +0,94% invece per General Electric, che ha acquistato il 20% di NBC Universal da Vivendi per 5,8 miliardi. Tra i finanziari +8,59% per AIG, che ha ridotto il debito nei confronti della Fed di 25 mld di dollari cedendo alla Banca Centrale azioni privilegiate dell’American Life Insurance (16 mld) e dell’American International Assurance (9 mld). Il debito residuo è ora pari a 35 mld di dollari. +4,8% per Staples e +12,87% per Guess?, dopo l’annuncio di risultati trimestrali migliori delle attese.