Wall Street paga pegno alla prudenza della Fed

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 02/08/2012 - 09:01
La Fed spedisce i listini statunitensi in territorio negativo. Indicazioni deludenti dalla Banca centrale statunitense che ha confermato l'attuale politica monetaria (tassi a 0-0,25% fino a tutto il 2014) riducendo però la view sull'andamento dell'economia. Secondo la Federal Reserve "l'attività economica ha registrato un rallentamento nella prima parte dell'anno" (finora la Fed aveva parlato di un'espansione moderata) confermando di esser pronta a fornire "nuove misure di allentamento se necessario". Nel corso della seduta il Nyse Euronext ha reso noto di aver avviato dei controlli sull'andamento degli scambi. In precedenza il market maker Knight Capital (-32,82%) aveva annunciato l'apertura di indagini su possibili problemi che hanno innescato ordini sbagliati e aumento dei volumi. Due velocità per i dati macro del giorno. Meglio del previsto la stima Adp, che ha rilevato una crescita delle buste paga del settore privato di 163 mila unità, mentre indicazioni deludenti sono arrivate dall'Ism manifatturiero che si è confermato sotto quota-50 a 49,8 punti.
Il Dow Jones ha così terminato in calo dello 0,25% a 12.976,13 punti, -0,29% per lo S&P che scende a 1.375,32 e -0,66% del Nasdaq a 2.920,21. Tra le notizie del giorno spiccano i dati relativi l'andamento del comparto auto. Seduta all'insegna della debolezza per General Motors (-0,25%) che ha riportato un calo nelle vendite retail del 3% e -1,74% per Ford, le cui vendite sono scese del 4%. Passando dalle quattro alle due ruote, lettera su Harley Davidson che nel giorno della trimestrale ha lasciato sul parterre il 3,61%. Tra le altre società che hanno presentato i conti segno meno anche per l'Ice (-1,39%) e per MasterCard (-2,15%) mentre Time Warner (+1,23%), Avon (+1,31%) e Comcast (+3,07%) hanno chiuso in territorio positivo. Parità infine per Google (-0,05%) che ha annunciato l'acquisizione della californiana Wildfire, una startup che si occupa di social advertising e che vanta collaborazioni con colossi del calibro di Twitter e Facebook (-3,82%).

COMMENTA LA NOTIZIA