1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Wall Street, operatori preferiranno uscire dal mercato in vista Fiscal Cliff e festività

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ attesa un’apertura in deciso calo questo pomeriggio a Wall Street dopo che è saltato il voto alla Camera sul piano B per la risoluzione del fiscal cliff. Tra le misure vi era l’aumento delle imposte solo per i redditi superiori a un milione di dollari. I parlamentari repubblicani hanno preferito non votare. Scelta tutto sommato ragionevole, dato che difficilmente la proposta sarebbe passata poi al Senato, che vede una maggioranza democratica.
I colloqui riprenderanno subito dopo Natale. Il tempo a disposizione sta per scadere e gli operatori lo sanno. Oggi questi timori potrebbero accentuarsi, con gli investitori che preferiranno portare a casa i profitti in vista dell’operatività limitata delle prossime sedute causa le festività natalizie. Raccomandiamo pertanto cautela almeno fino alla prossima settimana. In ogni caso la view più probabile è che si raggiunga un accordo di massima per evitare che tagli automatici alla spesa e aumento della pressione fiscale coinvolga la maggior parte dei cittadini. Si cercherà in ogni caso solo di comprare tempo in attesa che si raggiunga un vero e proprio accordo verosimilmente a metà del 2013.
Oggi i dati macro potrebbero confermare questi timori. Alle 14.30 sono previsti gli ordini di beni durevoli e le spese per consumi personali, mentre alle 15.55 è attesa la fiducia dei consumatori finale di dicembre redatta dall’Università del Michigan. Ci aspettiamo che l’incertezza fiscale possa far desistere da un lato i cittadini dall’incrementare i consumi nei prossimi mesi e dall’altro le imprese a effettuare maggiori investimenti.
In Europa, il calo dei listini rientra ancora nell’ottica della correzione. Gli indici stanno respirando un po’ dopo la lunga corsa. Continuiamo a preferire l’azionario europeo a quello statunitense visti i tanti dubbi che pesano sull’economia a stelle e strisce.

VINCENZO LONGO
Market Strategist

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.