1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street: indici sui minimi in chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Al termine di una seduta altamente volatile gli indici americani chiudono in ribasso sui minimi di giornata nonostante la Camera degli Stati Uniti abbia approvato il piano di rilancio dell’economia di Obama. A pesare nel finale di seduta, l’attesa per l’approvazione dello stesso piano da parte del Senato e il lungo ponte festivo determinato dal President’s Day di Lunedì. In questo clima l’S&P 500 chiude la settimana con un ribasso dell’1% a 826,84 punti, dopo aver oscillato in modo impulsivo con variazioni superiori al punto percentuale per ben tre volte, seguito dal Dow Jones in flessione dell’1,04% a 7850 punti. Meglio si comporta il listino tecnologico con Il Nasdaq Composite che nel finale di seduta si porta al di sotto della parità lasciando sul terreno lo 0,48%.
Giornata sicuramente no per il comparto bancario con Barclays Plc sotto del 6,08%, Jp Morgan in calo del 3,82% e Bank of America che brucia il 3,26% del proprio valore. Al contrario rimane positiva Goldman Sachs che in netta in controtendenza sale dell’1,63%.
Moderati i rialzi del settore tecnologico con Dell positiva dello 0,44%, Apple +0,42% mentre si distingue Oracle con una performance positiva del +1,76%. I colossi dell’auto continuano la corsa al ribasso; General Motors precipita del 6,10% mentre Ford riesce a contenere le vendite con un -1,12%.
Infine, rimane alta la volatilità sui mercati valutari con il cross euro dollaro in lieve rialzo positivo dello 0,17% a quota 1,2883.